30/06/10

Bassa marea

Spesso dipingo lo stesso soggetto usando differenti approcci per quanto riguarda la tecnica di utilizzo dell'acquerello.
In questo caso, il primo lavoro l'ho eseguito senza nessuna traccia sul foglio, lavorando quasi sempre con un pennello piatto e largo, cercando di essere il più sciolto e libero possibile, con l'obiettivo di terminare il dipinto in un tempo relativamente breve (45 min). Solo alla fine del lavoro mi rendo conto degli errori commessi, ombre troppo blu, il colore del muro troppo scuro, la prospettiva così cosi, etc. 
Nel secondo caso l'approccio è stato più sistematico e meno spontaneo. Ho tracciato con un piccolo pennello e con tinta neutra, gli elementi più significativi (case, barche, prospettiva, etc), ho usato quando possibile lo stesso pennello piatto e largo, ma anche diversi altri. Per quanto riguarda i colori, ho cercato di non commettere gli errori del precedente lavoro, colori meno scuri, ombre meno blu, etc.  Il lavoro ha richiesto parecchio più tempo rispetto al primo (2 ore).
Voi, cari amici, che ne pensate, preferite l'approccio veloce, spontaneo, libero (secondo me più difficile) o quello più meticoloso, più studiato (e forse meno difficile)?

Acquerelli 49 x 34 cm. Carta Fabriano Artistico 300gr a grana fine.
Venduto / Sold

24/06/10

Tramonto rosso

I cieli con forti contrasti (come nei tramonti), sono fra i soggetti che più  attraggono la mia attenzione. In questo caso mi ha colpito la foto di un tramonto dove il rosso del cielo e il riverbero che generava, avvolgevano tutto l'ambiente, creando un paesaggio dove le tonalità rosse prevalevano sul resto.
A differenza dell'acquerello precedente, in questo lavoro, la tecnica di pittura "bagnato su bagnato" è nettamente prevalente rispetto a quella "bagnato su asciutto", usata per il "Tramonto giallo".

Acquerello 34 x 34 cm. 
Carta Fabriano Artistico 300gr a grana fine.


19/06/10

Tramonto giallo

Con l'acquerello mi è sempre piaciuto sperimentare tecniche, materiali, attrezzi e colori differenti. La diversità dei risultati che si possono ottenere giocando con queste variabili è davvero eccezionale, e per me, è uno dei motivi che rendono la pittura ad acquerello cosi affascinante.
Ogni tanto mi piace tornare alle origini del mio percorso e dipingere in maniera che definirei "classica", come ho fatto in questo caso, con questo "Tramonto giallo".
Acquerello 34 x 49 cm. Carta Fabriano Artistico 300gr a grana fine.

Venduto  /  Sold

15/06/10

Riomaggiore (Cinque Terre - Liguria)

Riomaggiore è una delle bellissime località delle Cinque Terre liguri, insieme a Monterosso, Vernazza, Corniglia e Manarola. Posti incantevoli che meritano una visita.
Acquerello 25 x 49 cm. Carta Fabriano Artistico 300gr. a grana fine.















Non disponibile / Not available

Natura morta (schizzo)

Piccolo schizzo (20 x 34 cm) di natura morta dipinta durante l'ultima lezione di acquerello.
Carta Fabriano Artistico 300gr. a grana fine.

Non disponibile / Not available

10/06/10

Alberi (stesso soggetto, tre stili)

Ogni tanto mi diverto a "giocare" con lo stesso soggetto per provare tecniche diverse. In questo caso ho scelto degli alberi, e, come potete vedere, il risultato è molto diverso a seconda dell'approccio usato.


Acquerello 49 x 34cm. Carta Fabriano Artistico 300gr. a grana fine
Venduto  /  Sold
Acquerello 41 x 31 cm. Carta Arches 300gr a grana grossa.
Acquerello 49 x 34 cm. Carta Fabriano Artistico 300gr. a grana fine.

06/06/10

Mostra di Acquerelli a San Colombano al Lambro

Sabato 5 giugno si è inaugurata una Mostra di Acquerelli degli allievi della Scuola di Acquerello del Maestro Gorlini presso il Castello Belgioioso di San Colombano al Lambro. La mostra sarà aperta sino al 10 giugno.
L'inaugurazione, a cui ha partecipato un numeroso pubblico, è stata preceduta da una riuscitissima manifestazione di pittura in "plein air" a cui hanno partecipato diversi allievi e da una dimostrazione pratica del Maestro Gorlini, oltre naturalmente che da un ottimo pranzo nel ristorante "Osteria del Castello".
Una bellisssima e calda giornata tra amici acquarellisti!

Il salone del Castello Belgioioso sede della mostra
















































Ogni allievo partecipa alla mostra con un'acquerello.
Il mio è "Il vascello" a destra.
La dimostrazione del Maestro Gorlini, purtropppo ripreso di spalle.
Qui sotto sono io durante l'estemporanea in "plein air".
Questo è il mio lavoro, niente di eccezionale. Ma al di là 
del risultato devo dire che ho passato una giornata
molto bella e interessante e per questo voglio ringraziare
il Maestro per l'organizzazione di questa seconda esperienza
dopo quella di Laglio. 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...